spacer
spacer
cronologia
copioni e regie tv
articoli di giornale
fotografie
convegni
Sipario Aperto
scene e costumi
Centro Studi
links utili
Centro Studi Franco Enriquez
info@enriquezlab.org
P.zza Giovanni da Sirolo, 1
60020 Sirolo(AN)
Tel. +39.071.9330572
Fax +39.071.9331036
Cell. +39.335.477618
spacer
PREMIO NAZIONALE FRANCO ENRIQUEZ 2021 CITTA' DI SIROLO

PREMIO NAZIONALE FRANCO ENRIQUEZ 2021 CITTA’ DI SIROLO XVII^ edizione per un teatro, un’arte, una letteratura e una comunicazione di impegno sociale e civile NOMINATION CENTRO STUDI FRANCO ENRIQUEZ PREMIO NAZIONALE FRANCO ENRIQUEZ 30 Agosto 2021 CITTA’ DI SIROLO Per un teatro, un’arte, una letteratura e una comunicazione di impegno sociale e civile XVII^ edizione Cat. Teatro, Cinema e Tv Sez. Grandi Interpreti Motivazione: PREMIO ALLA CARRIERA A GIUSEPPE PAMBIERI Motivazione: “ C’è stata più di un’occasione in cinquantasei anni di teatro, cinema e tv per rendere merito al talento, all’eleganza interpretativa, alla sensibilità anglosassone di un grande attore come Giuseppe Pambieri, un attore che i generi teatrali li ha attraversati tutti, dal drammatico al brillante, dai classici greci al teatro Shakespeariano a cui è particolarmente legato. A noi fa particolarmente piacere ricordarlo diretto da Franco Enriquez quando ancora giovanissimo a 23 anni, al Teatro Olimpico di Vicenza, è Oreste ne “Le Mosche” di Sartre, accanto a Valeria Moriconi e nell'estate del 1970 a venticinque anni affronta “ l'Ippolito ” di Euripide al Teatro greco di Siracusa, e ancora nella stagione 1977-78 quando vede la luce la Compagnia Pambieri-Tanzi con “ Il seduttore” di Diego Fabbri, ancora magistralmente diretto dal maestro fiorentino. Ma l’omaggio a Pambieri viene non solo per quello che ci ha regalato in passato ma per quello che ancora caparbiamente e con assoluto amore e dedizione ci regala oggi, uno spettacolo bellissimo che tocca tematiche importanti di impegno sociale e civile come quella del razzismo, diretto da Moni Ovadia, Pambieri è, con Carlo Greco, il protagonista di “ Nota stonata”, del francese Didier Caron, una storia che richiama il “violino della Shoah”, ambientata nei primi anni ’90 nel camerino di un direttore d’orchestra «importunato» con insistenza da un misterioso e invadente fan, interpretato proprio da Pambieri. Nello spettacolo ci sono battute folgoranti e dialoghi serrati, un testo moderno, profondo, destinato a sorprendere il pubblico, ricco di colpi di scena e capovolgimenti di fronte a sciogliere l’enigma uno strisciante senso del dramma che ha lo scopo, nelle intenzioni del regista di rendere lo spettatore testimone di ciò che è terrificante nell’umano e proporgli una possibilità di redenzione”. CENTRO STUDI FRANCO ENRIQUEZ PREMIO NAZIONALE FRANCO ENRIQUEZ 30 Agosto 2021 CITTA’ DI SIROLO Per un teatro, un’arte, una letteratura e una comunicazione di impegno sociale e civile XVII^ edizione Cat. Teatro, Cinema e Tv Sez. Grandi Interpreti PREMIO ALLA CARRIERA A ANNA BONAIUTO Motivazione: “Anna Bonaiuto , ci ha regalato delle pagine di teatro e di cinema meravigliose, in questo momento di sospensione dove il mondo dello spettacolo soffre dell’impossibilità di comunicare, vogliamo ricordare la sua figura di attrice e di donna al servizio della drammaturgia e della macchina da presa. Nella sua intensa carriera tante interpretazioni magistrali , al cinema come in teatro: da Cecchi a Servillo, e poi da Martone ad Andò. Il David di Donatello nel 1995 come miglior attrice protagonista, con L'amore molesto, diretta da Mario Martone con il quale ha fatto quattro film in un sodalizio artistico fatto di scambio e collaborazione, il più importante sicuramente è stato L’amore molesto e a seguire Morte di un matematico napoletano, un’opera prima unica e meravigliosa, vogliamo ricordare anche Teatro di guerra e un episodio de I Vesuviani”. In seguito interpreta il ruolo di Adele in Napoli velata di Özpetek una donna simbolo che “Non vuole cadere nonostante il dolore, il senso di colpa e la sofferenza, che non vuole entrare nella depressione. È una donna forte piena di vitalità, che non si lascia abbattere dalle tragedie della vita: è una combattente, una donna che non si rassegna ”. CENTRO STUDI FRANCO ENRIQUEZ PREMIO NAZIONALE FRANCO ENRIQUEZ 30 Agosto 2021 CITTA’ DI SIROLO Per un teatro, un’arte, una letteratura e una comunicazione di impegno sociale e civile XVII^ edizione Premio Nazionale per la Drammaturgia Cat. Teatro Classico e Contemporaneo Sez. Nuova Drammaturgia con il testo “LUCREZIA FOREVER” A FRANCESCO NICCOLINI Motivazione: “ Un fantastico ritratto di questa Italia a fumetti, il personaggio e la storia che scaturiscono dalla penna di Niccolini ritraggono una giovane donna, difettosa come noi, fragile come noi, delusa in amore come noi, ma capace di disincanto e autoironia, è la storia di “ Lucrezia”, la creatura che nasce dalla matita di Silvia Ziche, che Niccolini prende in prestito per regalarci un testo ironico e anticonvenzionale. Il Niccolini drammaturgo non è nuovo a sperimentazioni di ogni genere, questo testo è convincente, un nuovo modo di scrivere e proporre teatro, un testo femminista e anti-maschilista “ Lucrezia forever” che ci consente di analizzare i nostri comportamenti, e i nostri limiti attraverso la forza dirompente di un personaggio fumetto. ” CENTRO STUDI FRANCO ENRIQUEZ PREMIO NAZIONALE FRANCO ENRIQUEZ 30 Agosto 2021 CITTA’ DI SIROLO Per un teatro, un’arte, una letteratura e una comunicazione di impegno sociale e civile XVII^ edizione Cat. Teatro Classico Contemporaneo e Cinema D’autore Sez. Miglior Attrice A IAIA FORTE Motivazione: “ Iaia Forte è una straordinaria attrice di Cinema e Teatro con un’attitudine e una curiosità verso progetti poco convenzionali, verso opere di giovani registi e giovani o grandi autori illuminati e motivati. Come attrice si sente un obbligo morale quello di aderire a progetti che osano di più che contengono una loro autentica identità e una spiccata originalità. Iaia Forte ha un animo eroico e romantico e a lei piace aderire e mettersi in gioco nelle cose più estreme. La vogliamo ricordare in quella che fu definita “l’interpretazione perfetta” di un attrice unica per intensità e forza espressiva, l’Erodiade di Giovanni Testori, un personaggio carnale, disperato, vitale, costruito dentro un linguaggio musicale in apparenza ostico ma autentico che mette in luce la forza di una figura femminile virile, visionaria e passionaria”. CENTRO STUDI FRANCO ENRIQUEZ PREMIO NAZIONALE FRANCO ENRIQUEZ 30 Agosto 2021 CITTA’ DI SIROLO Per un teatro, un’arte, una letteratura e una comunicazione di impegno sociale e civile XVII^ edizione nella Cat. Teatro Contemporaneo di impegno sociale e civile Sez. Grandi Registi per lo spettacolo IL POEMA DELLA CROCE di Alda Merini cantata per voce solista coro e orchestra con Carla Fracci e Giovanni Nuti A M° BEPPE MENEGATTI Motivazione: “Un nuovo rivoluzionario allestimento del Poema della Croce, quello andato in scena il 18 novembre 2019 a Milano presso la chiesa di San Marco. Il maestro Beppe Menegatti, ha firmato una regia trasgressiva, moderna e anti-conformista in perfetta sintonia con l’autrice, la grande Alda Merini. Il Poema della croce è un’opera che mette al centro il significato della vita e del dolore, una composizione religiosa contemporanea che arriva a toccare le corde più sensibili degli animi più eterogenei e disparati, il fulcro vitale del testo della Merini da cui è scaturita la scintilla creativa di Menegatti è il profondo, vitale ed unico rapporto tra la Madre e il Figlio in una originale sacra rappresentazione della vita e della morte. Intensa ed unica l’ interpretazione della meravigliosa Carla Fracci e di Giovanni Nuti, autore delle musiche. Di tutto rilievo la partecipazione di Sabrina Brazzo e Andrea Volpintesta e di alcuni danzatori della loro compagnia Jas Art Ballet. Originale ed unico l’impianto scenico di Henry Timi. Vogliamo ricordare che i proventi della serata sono stati devoluti per progetti di ricerca e assistenza di AIM-Istituto Besta e della Lega Italiana Sclerosi Multipla.”. CENTRO STUDI FRANCO ENRIQUEZ PREMIO NAZIONALE FRANCO ENRIQUEZ 30 Agosto 2021 CITTA’ DI SIROLO Per un teatro, un’arte, una letteratura e una comunicazione di impegno sociale e civile XVII^ edizione LA DATA DI ASSEGNAZIONE DEL PREMIO E DEL 16 APRILE 2021 nella Cat. Teatro Contemporaneo di impegno sociale e civile Sez. Grandi Interpreti per lo spettacolo IL POEMA DELLA CROCE di Alda Merini cantata per voce solista coro e orchestra con Carla Fracci e Giovanni Nuti A CARLA FRACCI Motivazione: “Un nuovo rivoluzionario allestimento del Poema della Croce, quello andato in scena il 18 novembre 2019 a Milano presso la chiesa di San Marco. Il maestro Beppe Menegatti, ha firmato una regia trasgressiva, moderna e anti-conformista in perfetta sintonia con l’autrice, la grande Alda Merini. Il Poema della croce è un’opera che mette al centro il significato della vita e del dolore, una composizione religiosa contemporanea che arriva a toccare le corde più sensibili degli animi più eterogenei e disparati, il fulcro vitale del testo della Merini da cui è scaturita la scintilla creativa di Menegatti è il profondo, vitale ed unico rapporto tra la Madre e il Figlio in una originale sacra rappresentazione della vita e della morte. Intensa ed unica l’ interpretazione della meravigliosa Carla Fracci e di Giovanni Nuti, autore delle musiche. Di tutto rilievo la partecipazione di Sabrina Brazzo e Andrea Volpintesta e di alcuni danzatori della loro compagnia Jas Art Ballet. Originale ed unico l’impianto scenico di Henry Timi. Vogliamo ricordare che i proventi della serata sono stati devoluti per progetti di ricerca e assistenza di AIM-Istituto Besta e della Lega Italiana Sclerosi Multipla.”. CENTRO STUDI FRANCO ENRIQUEZ PREMIO NAZIONALE FRANCO ENRIQUEZ 30 Agosto 2021 CITTA’ DI SIROLO Per un teatro, un’arte, una letteratura e una comunicazione di impegno sociale e civile XVII^ edizione nella Cat. Teatro Contemporaneo di impegno sociale e civile Sez. Grandi autori e Interpreti per lo spettacolo IL POEMA DELLA CROCE di Alda Merini cantata per voce solista coro e orchestra con Carla Fracci e Giovanni Nuti A GIOVANNI NUTI Motivazione: “Un nuovo rivoluzionario allestimento del Poema della Croce, quello andato in scena il 18 novembre 2019 a Milano presso la chiesa di San Marco. Il maestro Beppe Menegatti, ha firmato una regia trasgressiva, moderna e anti-conformista in perfetta sintonia con l’autrice, la grande Alda Merini. Il Poema della croce è un’opera che mette al centro il significato della vita e del dolore, una composizione religiosa contemporanea che arriva a toccare le corde più sensibili degli animi più eterogenei e disparati, il fulcro vitale del testo della Merini da cui è scaturita la scintilla creativa di Menegatti è il profondo, vitale ed unico rapporto tra la Madre e il Figlio in una originale sacra rappresentazione della vita e della morte. Intensa ed unica l’ interpretazione della meravigliosa Carla Fracci e del maestro Giovanni Nuti, autore delle meravigliose musiche. Di tutto rilievo la partecipazione di Sabrina Brazzo e Andrea Volpintesta e di alcuni danzatori della loro compagnia Jas Art Ballet. Originale ed unico l’impianto scenico di Henry Timi. Vogliamo ricordare che i proventi della serata sono stati devoluti per progetti di ricerca e assistenza di AIM-Istituto Besta e della Lega Italiana Sclerosi Multipla.”. CENTRO STUDI FRANCO ENRIQUEZ PREMIO NAZIONALE FRANCO ENRIQUEZ 30 Agosto 2021 CITTA’ DI SIROLO Per un teatro, un’arte, una letteratura e una comunicazione di impegno sociale e civile XVII^ edizione nella Cat. Teatro Contemporaneo di impegno sociale e civile Sez. Grandi autori e Interpreti A ACCADEMIA PERDUTA ROMAGNA TEATRI Motivazione: “ Il centro di produzione teatrale Accademia Perduta Romagna Teatri diretto da Claudio Casadio e Ruggero Sintoni, viene fondato da un gruppo di giovani attori nel 1982 come Compagnia di Teatro Ragazzi, e non solo. Dal momento della sua fondazione, l’attività di Accademia Perduta è focalizzata sulla produzione di spettacoli, contraddistinti da alcuni comuni denominatori che ne delineano una cifra stilistica riconoscibile, come risulta da “ La classe “ con la regia di Giuseppe Marini e da due testi di Davide Enia: “Maggio 43” e “L’Abisso”. Con il tempo quindi l’attività produttiva di Accademia Perduta ha iniziato un percorso incentrato sul Teatro d’Impegno Civile e Sociale. Il primo traguardo di questo percorso era già stato raggiunto con I-tigi Canto per Ustica con Marco Paolini e il Quartetto Vocale Giovanna Marini che debuttò nell’ambito delle iniziative di Bologna 2000 Capitale Europea della Cultura in occasione del ventesimo anniversario della caduta dell’aereo “Itavia” nel mare di Ustica. Negli anni successivi si sono impegnati con successo in numerose altre iniziative e progetti che conferiscono a questa compagnia il titolo di portavoce della cultura d’impegno e della comunicazione mantenendo sempre fede alle regole dello spettacolo e al coinvolgimento di realtà locali e giovanili ”. CENTRO STUDI FRANCO ENRIQUEZ PREMIO NAZIONALE FRANCO ENRIQUEZ 30 Agosto 2021 CITTA’ DI SIROLO Per un teatro, un’arte, una letteratura e una comunicazione di impegno sociale e civile XVII^ edizione nella Cat. Teatro Classico e Contemporaneo Sez. Regia teatrale e nuovi linguaggi per lo spettacolo “MACBETH” di William Shakespeare A CLAUDIO DI SCANNO Motivazione: “ La tragedia degli orrori, la bramosia di potere ad ogni costo, l’incapacità di resistere alle forze oscure che spingono l’uomo verso l’ineluttabile fine, questo è il Macbeth di Shakespeare e questo è lo spettacolo che il regista Claudio di Scanno ha allestito in una fabbrica abbandonata d’Abruzzo, coinvolgendo attori professionisti e non, in un laboratorio della colpa, alla presenza di uccelli rapaci simbolo di una natura madre e matrigna, che colora la vicenda di tinte fosche e la pervade di simbologie e alchimie spettrali, ancora una volta l’uomo a superato il confine tra il presente e l’immaginario, tra la realtà dell’esistere e l’illusione dell’essere. ”. CENTRO STUDI FRANCO ENRIQUEZ PREMIO NAZIONALE FRANCO ENRIQUEZ 30 Agosto 2021 CITTA’ DI SIROLO Per un teatro, un’arte, una letteratura e una comunicazione di impegno sociale e civile XVII^ edizione nella Cat. Teatro Classico e Contemporaneo Sez. Miglior Attrice per lo spettacolo “MACBETH” di William Shakespeare Regia di Claudio Di Scanno e per il “MACBETH Neo Film Opera” diretto da Michele Campea A SUSANNA COSTAGLIONE Motivazione: “ Il Macbeth di W. Shakespeare è in assoluto la tragedia degli orrori, la prova provata dei limiti dell’uomo e della sua enorme sete di potere, la conferma che la natura condiziona il nostro vivere e che le nostre gesta sono conseguenze di azioni spesso innescate da ossessioni e sensi di colpa, argomenti palesati nelle regie di Claudio Di Scanno e di Michele Campea. In tutto questo emerge titanica la figura dell’attrice Susanna Costaglione, interprete superlativa di questo Macbeth androgino e sanguinario, una vera e propria “ Macchina Attoriale” asessuata come tutte le macchine, figura triste, allucinata, visionaria su cui aleggiano gli spettri del passato e del presente ”. CENTRO STUDI FRANCO ENRIQUEZ PREMIO NAZIONALE FRANCO ENRIQUEZ 30 Agosto 2021 CITTA’ DI SIROLO Per un teatro, un’arte, una letteratura e una comunicazione di impegno sociale e civile XVII^ edizione Cat. Cinema e teatro Sez. Regia cinematografica e nuovi linguaggi per il Fim “MACBETH NEO FILM OPERA” A DANIELE CAMPEA Motivazione: “ Il Macbeth neo film opera di Daniele Campea è un’opera totale dove si fondono linguaggio cinematografico e teatrale, l’opera nasce prendendo spunto dalla regia del testo Shakespeariano del regista Claudio Di Scanno. La cosa di cui si rimane colpiti ad una prima visione, sono le inquadrature e le atmosfere che ci riconducono al cinema espressionista di matrice tedesca degli anni venti. I primi piani e i primissimi piani del Macbeth di Campea, sono delle lame taglienti , in cui la fanno da padrone le luci e i chiaro scuri, che esprimono il carattere dei personaggi, che descrivono l’ambiente e i temi principali dell’opera: il senso di colpa, il tradimento, il sangue e la stupida lotta dell’uomo per la conquista del potere ad ogni costo ”. CENTRO STUDI FRANCO ENRIQUEZ PREMIO NAZIONALE FRANCO ENRIQUEZ 30 Agosto 2021 CITTA’ DI SIROLO Per un teatro, un’arte, una letteratura e una comunicazione di impegno sociale e civile XVII^ edizione Cat. Musei,Biblioteche,Gallerie d’Arte di impegno sociale e civile Sez. Comunicazione Tattile A MUSEO OMERO Motivazione: “Il Museo Tattile “ Omero ” di Ancona rappresenta un vanto nazionale, uno spazio culturale senza barriere aperto a tutti per il superamento delle barriere culturali, cognitive e psicosensoriali. Un luogo dove si tocca la bellezza, si percepisce il significato della creazione, in un’atmosfera magica dove il buio diviene luce plastica e la luce percorso di vita ”. CENTRO STUDI FRANCO ENRIQUEZ PREMIO NAZIONALE FRANCO ENRIQUEZ 30 Agosto 2021 CITTA’ DI SIROLO Per un teatro, un’arte, una letteratura e una comunicazione di impegno sociale e civile XVII^ edizione Cat. Editoria e Festival Culturali Sez. Direttori artistici e culturali A ELISABETTA SGARBI Motivazione: “ Elisabetta Sgarbi è una donna Libera, forte e indipendente, Direttore artistico e direttrice della “ Nave di Teseo”, una casa editrice che si contraddistingue per le sue scelte e le sua proposta culturale, ideatrice e direttrice della intensa rassegna la “Milanesiana”, tutto frutto del lavoro certosino e della passione che la Sgarbi mette quotidianamente a beneficio di una cultura autentica e senza filtri, dove trovano spazio e prendono vita le proposte più ardite e i temi più scottanti e attuali. La manifestazione, promossa da Comune di Milano e da Regione Lombardia, è giunta alla ventiduesima edizione. Ha programmato quest’anno oltre sessantacinque incontri, in venticinque città e ospitato oltre centocinquanta personalità ed artisti italiani e internazionali e dieci mostre, dando spazio a letteratura, musica, cinema, scienza, arte, filosofia, teatro, diritto, economia e sport. Un festival sempre più aperto e curioso, senza interruzioni, in continua ebollizione, che viaggia, si diffonde e si moltiplica. Dedicata al “Progresso”, e dunque anche alle illusioni, dopo e durante la pandemia che stiamo vivendo, questa edizione ha analizzato gli errori e i passi falsi di una società in evoluzione ”. CENTRO STUDI FRANCO ENRIQUEZ PREMIO NAZIONALE FRANCO ENRIQUEZ 30 Agosto 2021 CITTA’ DI SIROLO Per un teatro, un’arte, una letteratura e una comunicazione di impegno sociale e civile XVII^ edizione Cat. Letteratura italiana Sez. Saggistica e Storia della Musica Contemporanea per il volume “ Francesco De Gregori. I testi. La storia delle canzoni” a cura di Enrico Deregibus Giunti Editore A ENRICO DEREGIBUS “ Il libro “ Francesco De Gregori. I Testi. La storia delle canzoni” a cura di Enrico Deregibus, editore Giunti, è il risultato di un indagine, accurata e dettagliata da parte dell’autore che ha voluto con questo lavoro cercare informazione su, dentro e al di fuori delle canzoni, rovistando, con rispetto tutte le loro componenti: parole, musica, arrangiamenti, interpretazione. Il libro racconta la nascita, le fonti, l’ispirazione, la scrittura, quello che è successo dopo l’uscita, le tante versioni del loro autore e quelle di altri. E’ stato un volume copioso e impegnativo per l’autore che grazie anche alla collaborazione di De Gregori ci restituisce il significato della creazione, il frutto del lavoro dell’anima e della ragione.” CENTRO STUDI FRANCO ENRIQUEZ PREMIO NAZIONALE FRANCO ENRIQUEZ 30 Agosto 2021 CITTA’ DI SIROLO Per un teatro, un’arte, una letteratura e una comunicazione di impegno sociale e civile XVII^ edizione Cat. Canzone D’autore Sez. Grandi Autori e interpreti A MICHELE PECORA Motivazione: “ Michele Pecora cantautore e musicista raffinato, da “ Era lei, a “ I Poeti ” fino a “ E la vita torna” scritta nel periodo di lockdown . Un viaggio interiore, profondo quello del cantautore anconetano, ricco di affermazioni professionali e di scelte di vita “contrappuntate” dai rapporti personali. Le sue canzoni nascono dalla necessità di interiorizzare il vissuto rivelando ogni volta facce diverse della sua creatività, dalle collaborazioni con altri musicisti ( Battiato, Zucchero e nella veste di autore con Barbara Cola, Lighea), alla sua attuale affermazione della maturità. L’ultima sua fatica “ In cima al mondo” dedicata a Diego Armando Maradona è la conferma di una poesia mai scontata e di una musicalità ricercata, in questo brano c’è la presa di coscienza di una perdità importante che viene assorbita in parte dall’ineluttabile ricordo delle gesta compiute in vita dal fuoriclasse argentino che rimarrà per sempre il più grande campione di calcio a cui intere generazioni hanno guardato come un esempio di riscatto sociale, ma c’è anche l’uomo semplice, capace di gesti generosi senza tornaconti che ha pagato a caro prezzo errori di ingenuità e che oggi nonostante la sua dipartita è ancora lì in cima al mondo, “ Diego c’è, negli occhi dei bambini di periferia”. CENTRO STUDI FRANCO ENRIQUEZ PREMIO NAZIONALE FRANCO ENRIQUEZ 30 Agosto 2021 CITTA’ DI SIROLO Per un teatro, un’arte, una letteratura e una comunicazione di impegno sociale e civile XVII^ edizione Cat. Teatro D’opera Sez. Canto lirico- Grandi interpreti (Soprano) A IRENE CELLE Motivazione: “ La soprano Irene Celle, un timbro vocale unico, morbida nei toni bassi e incisiva negli acuti, dotata di una dizione esemplare e di una presenza scenica matura, è oggi una splendida realtà del bel canto italiano, da Mozart a Puccini, con le punte più alte della sua interpretazione in Verdi e Rossini, coniuga il suo impegno professionale con una innata predilezione verso tematiche di impegno sociale e civile ”. CENTRO STUDI FRANCO ENRIQUEZ PREMIO NAZIONALE FRANCO ENRIQUEZ 30 Agosto 2021 CITTA’ DI SIROLO Per un teatro, un’arte, una letteratura e una comunicazione di impegno sociale e civile XVII^ edizione Cat. Musica Sacra, Sinfonica e da Camera Sez. Compositori e Direttori d’orchestra A M° STEFANO BURBI Motivazione: “ Il Maestro Stefano Burbi è uno dei compositori e direttori d’orchestra più interessanti del panorama nazionale ed internazionale. La sua formazione gli permette di esprimersi con una grande proprietà di mezzi attraverso l’uso di un linguaggio classico che spazia dalla musica sacra, sinfonica e da Camera, fino all’Opera. Le sue composizioni sono toccanti e profonde, lontane dai vezzi artificiosi ed ermetici, i suoi lavori contengono il valore universale riconosciuto delle grandi composizioni del passato e la geniale creatività innovativa della musica contemporanea, vogliamo ricordare una sua composizione in particolare che si distingue per la profondità espressiva , l’eleganza del tema: “Annigoni suite ”.

PREMIO NAZIONALE FRANCO ENRIQUEZ CITTA' DI SIROLO

XVII^ edizione

Il Centro Studi Franco Enriquez, da alcuni anni dedica la sua attenzione ai personaggi e agli avvenimenti che nella stagione, in modo particolare, si mettono in rilievo, unendo alle qualità artistiche l’impegno civile, che è stata una specifica connotazione del regista al cui nome sono intitolati i premi e di cui quest'anno ricorre il quarantunesimo dalla scomparsa. Quest'anno più che mai, a causa della pandemia che ci ha colpito e che sta condizionando la nostra vita, il teatro, il cinema, la letteratura, hanno un ruolo di primaria importanza nell' esplorare i terreni dell’esistenziale, della condizione umana, rispetto alla contingenza dell’oggi, ai temi civili. Questa è forse, anche storicamente, la vocazione più autentica di queste arti, il pericolo tuttavia è di divenire autoreferenziali, di chiudersi in una loro turris eburnea. Ma questi non sono tempi in cui possiamo permetterci questo rischio. La classe politica sta abdicando a quelli che dovrebbero essere i suoi compiti istituzionali sanciti dalla Costituzione che si vorrebbe da alcune parti sgretolare, impaniata com’è in mille discordie interne, affannata a rincorrere interessi particolari, sembra aver perso di vista il bene comune, i valori etici e civili che dopo l’eclissi del ventennio, sostennero la rinascita del paese e che saranno il centro di una rinascita. Sono passate oramai tre generazioni, e corriamo il rischio di dimenticarcene, e di considerare certe conquiste democratiche obsolete o scontate. Il diritto al lavoro (possibilmente non precario e non rischioso per la propria vita): l’amore per la terra, il paesaggio e l’ambiente che ci ospita; il senso del limite; il valore del coraggio e il rispetto delle regole; l’apertura alla conoscenza e all’incontro di culture e credenze diverse; la Costituzione della Repubblica; gli esempi di buon governo….. Sempre più spesso però sorgono iniziative che suppliscono alla colpevole inerzia, o distrazione, di quella classe politica. E ne sono state protagoniste molte delle forme d’arte sopra citate ma di più fra tutte il teatro, libero da vincoli ( il foll shakespeariano può permettersi di dire verità scomode, politicamente scorrette) e il teatro ha assunto qualche volta anche questa funzione di supplenza civile, un engagement che lo ricolloca nel quotidiano, nella cronaca, nella politica, intesa nel suo significato più alto. E questo è un segno consolante della sua vitalità, e una prova di quanto sia necessario. Queste riflessioni sono state il punto di partenza per la scelta da parte della giuria: fondamentali sono state le decisioni e i comportamenti di civiltà di molti artisti. Quelli che quest’anno saranno premiati sono l’avanguardia esemplificativa di una folta schiera, linfa per fortuna inesauribile di un mondo fatto da persone profonde e interiormente ricche di grandi valori. Un grazie al Presidente del Consiglio per il suo sostegno e la concessione del Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, al Ministero per i Beni e le Attività Culturali, al Presidente della Regione Marche, all’Assessore al Turismo e Cultura della Regione Marche, al Parco del Conero e al Sig. Sindaco del Comune di Sirolo Dott. Filippo Moschella e all'Assessore alla Cultura Dott.ssa Barbara Serrani e a tutta la Giunta Comunale per il loro appoggio e collaborazione, in questo anno così difficile una scelta coraggiosa a sostegno della cultura per una nuova ripartenza che eleva Sirolo alla ribalta nazionale.

Il Presidente

Del Centro Studi Franco Enriquez

M° Paolo Larici

 


CREDITS
built with Fastportal3 by FASTNET S.p.A.