spacer
spacer
cronologia
copioni e regie tv
articoli di giornale
fotografie
convegni
Sipario Aperto
scene e costumi
Centro Studi
links utili
Centro Studi Franco Enriquez
info@enriquezlab.org
P.zza Giovanni da Sirolo, 1
60020 Sirolo(AN)
Tel. +39.071.9330572
Fax +39.071.9331036
Cell. +39.335.477618
spacer
PREMIO NAZIONALE FRANCO ENRIQUEZ 2018 CITTA' DI SIROLO
PREMIO NAZIONALE FRANCO ENRIQUEZ 2018-ELENCO ARTISTI PREMIATI

PREMIOENRIQUEZ 2018 CITTA’ DI SIROLO

30 AGOSTO ore 21,00

Per una comunicazione ed un’arte di impegno sociale e civile

XIV^ edizione

CENTRO STUDI FRANCO ENRIQUEZ- FONDAZIONE TEATRO DELLA PERGOLA FIRENZE

 

NOMINATION 2018

 

PREMIOENRIQUEZ 2018  CAT. TEATRO LIRICO E DI PROSA

 

PREMIO ALLA CARRIERA A

FILIPPO CRIVELLI

 

 PREMIO NAZIONALE PER LA DRAMMATURGIA FRANCO ENRIQUEZ  ANNO 2018

La Giuria del Premio ha decretato il vincitore

FRANCESCO BRANDI

 

CON

 BUON ANNO,RAGAZZI

 

 

 CAT. TEATRO DI PROSA CLASSICO E CONTEMPORANEO

 

MIGLIOR ATTORE  STAG.  2017. 2018 per lo spett. ” IL NOME DELLA ROSA ” di U. Eco

Produzione Teatro Stabile di Torino, Genova,Veneto

adattamento di Stefano Massini Regia di Leo Muscato

LUCA LAZZARESCHI

 

 

MIGLIOR ATTORE  STAG.  2017. 2018 per lo spett. ” RE LEAR ” di W. Shakespeare

Produzione Teatro di Roma

ENNIO FANTASTICHINI

 

MIGLIOR REGIA  STAG.  2017. 2018 per lo spett. ” RE LEAR ” di W. Shakespeare

GIORGIO BARBERIO CORSETTI

 

 

 

CAT.  TEATRO CONTEMPORANEO

 

MIGLIOR REGIA  STAG.  2017. 2018 per lo spett. ”There has possibly been an incident ” e “ Confirmation” di Chris Thorpe

JACOPO GASSMANN

 

MIGLIOR REGIA  STAG.  2017. 2018 per lo spett. ” Buon anno, ragazzi ” di Francesco Brandi

RAPHAEL TOBIA VOGEL

 

 

 

CAT.  TEATRO DI IMPEGNO SOCIALE E CIVILE E NUOVI LINGUAGGI

 

 

MIGLIOR PROGETTO  STAG.  2017. 2018 per lo spett. ” DIECI STORIE PROPRIO COSI’ ”

da un’idea di Giulia Minoli

GIULIA MINOLI

 

MIGLIOR REGIA  STAG.  2017. 2018 per lo spett. ” DIECI STORIE PROPRIO COSI’ ”

EMANUELA GIORDANO

 

 MIGLIOR COMPAGNIA STAG.  2017.2018 per lo spett. " L' AVVOLTOIO"

SARDEGNA TEATRO

 

 

CAT.  STRUTTURE LUOGHI E SPAZI ESPOSITIVI  SEZ: MUSEI

STAG.  2017. 2018

MUSEO LUZZATI DI GENOVA

 

 

 

CAT. MUSICA POP – CANZONE D’AUTORE

PREMIO GRANDI AUTORI E INTERPRETI STAG.  2017. 2018

Con l’album “ IL CANTAUTORE NECESSARIO”

EDOARDO DE ANGELIS

 

 

                                                  CAT. MUSICA POP – CANZONE D’AUTORE

PREMIO GRANDI AUTORI E INTERPRETI STAG.  2017. 2018

Con l’album “ ALL’ ITALIA”

MASSIMO PRIVIERO

 

                                               

                                           CAT.  POESIA IN MUSICA – SEZ: POESIA D’AUTORE

OMAGGIO A

ALDA MERINI

ACCAREZZAMI MUSICA “IL CANZONIERE DI ALDA MERINI” a

GIOVANNI NUTI

                                

 

CAT. LETTERATURA ITALIANA – DI IMPEGNO SOCIALE E CIVILE

  Cat. Saggistica Sez. Cronaca e Storia con il volume

“ GLI EROI DI VIA FANI”edito Longanesi

FILIPPO BONI

 

 

CAT. LETTERATURA ITALIANA – DI IMPEGNO SOCIALE E CIVILE

 Cat. Classici, Poesia, Teatro e Critica Sez. letteratura teatrale

Con il volume

“IL TEATRO” editore Guida

ANGELA DI MASO

 

 

 

 

 

CITTA' DI SIROLO XIV^ edizione

Il Centro Studi Franco Enriquez, da alcuni anni dedica la sua attenzione ai personaggi e agli avvenimenti che nella stagione, in modo particolare, si mettono in rilievo, unendo alle qualità artistiche l’impegno civile, che è stata una specifica connotazione del regista al cui nome sono intitolati i premi. Ogni anno un passo in più. Da vent’anni almeno, il teatro, il cinema, la letteratura, hanno più volentieri esplorato i terreni dell’esistenziale, della condizione umana, rispetto alla contingenza dell’oggi, ai temi civili. Questa è forse, anche storicamente, la vocazione più autentica di queste arti, il pericolo tuttavia è di divenire autoreferenziali, di chiudersi in una loro turris eburnea. Ma questi non sono tempi in cui possiamo permetterci questo rischio. La classe politica sta abdicando a quelli che dovrebbero essere i suoi compiti istituzionali sanciti dalla Costituzione che si vorrebbe da alcune parti sgretolare, impaniata com’è in mille discordie interne, affannata a rincorrere interessi particolari, sembra aver perso di vista il bene comune, i valori etici e civili che dopo l’eclissi del ventennio, sostennero la rinascita del paese. Sono passate oramai due generazioni, se non tre, e corriamo il rischio di dimenticarcene, e di considerare certe conquiste democratiche obsolete o scontate. Il diritto al lavoro( possibilmente non precario e non rischioso per la propria vita): l’amore per la terra, il paesaggio e l’ambiente che ci ospita; il senso del limite; il valore del coraggio e il rispetto delle regole; l’apertura alla conoscenza e all’incontro di culture e credenze diverse; la Costituzione della Repubblica; gli esempi di buon governo….. Sempre più spesso però sorgono iniziative che suppliscono alla colpevole inerzia, o distrazione, di quella classe politica. E ne sono state protagoniste molte delle forme d’arte sopra citate ma di più fra tutte il teatro, libero da vincoli ( il foll shakespeariano può permettersi di dire verità scomode, politicamente scorrette) e il teatro ha assunto qualche volta anche questa funzione di supplenza civile, un engagement che lo ricolloca nel quotidiano, nella cronaca, nella politica, intesa nel suo significato più alto. E questo è un segno consolante della sua vitalità, e una prova di quanto sia necessario. Queste riflessioni saranno il punto di partenza per la scelta da parte della giuria: fondamentali saranno le decisioni e i comportamenti di civiltà di molti artisti. Quelli che quest’anno saranno premiati saranno l’avanguardia esemplificativa di una folta schiera, linfa per fortuna inesauribile di un mondo fatto da persone profonde e interiormente ricche di grandi valori. Un grazie alla Fondazione teatro della Pergola di Firenze, al Presidente del Consiglio per il suo sostegno e la concessione del Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, al Ministero degli interni, al Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo, al Presidente della Regione Marche, all’assessore al Turismo e Cultura della Regione Marche, al Parco del Conero e al Sig. Sindaco del Comune di Sirolo Dott. Moreno Misiti e a tutta la Giunta Comunale per il loro appoggio e collaborazione, in questi anni difficili una scelta coraggiosa a sostegno della cultura che porta il nome di Sirolo alla ribalta nazionale. Il Presidente Del Centro Studi Franco Enriquez M° Paolo Larici


CREDITS
built with Fastportal3 by FASTNET S.p.A.